corso31
image-966
© B.E.M.srls     Beauty Exclusive Management   P.I.   02716200593      REA  n° LT - 193854                   

Consulenza per Estetica

Professionale


facebook
whatsapp
phone
corso6

FOCUS

fitoessenze

L'uso degli oli essenziali si perde nella notte dei tempi. Dalle antiche civiltà europee, cinesi, indiane ed egizie fino alle popolazioni indigene australiane, africane ed americane, le piante sono state impiegate sotto forma di infusi, cosmetici, massaggi o bagni aromatici, a fini curativi, per preservare la giovinezza o semplicemente per il piacere del piacersi e dello stare bene. Recenti studi scientifici convalidano l'esperienza millenaria di popoli che tradizionalmente usano le essenze permettendoci oggi di utilizzare le loro proprietà con maggiore sapienza e consapevolezza. 

Da dove provengono gli oli essenziali? Elaborate dalle cellule oleifere presenti in alcune parti di alcune piante, gli oli essenziali si estraggono solitamente da fiori (rosa, lavanda, arancio), foglie (basilico, té, citronella, cannella) ma anche da frutti (ginepro, pino), bucce (arancia, limone), cortecce (cannella), legno (cedro) radici (zenzero), semi (pompelmo), resina (e qualche volta da tutta la pianta (maggiorana, menta, salvia). 

Come si estraggono? Il metodo più rapido e moderno per l'estrazione consiste nella distillazione con corrente di vapore che sfrutta l'alta volatilità delle essenzae e la loro insolubilità in acqua. Dopo la fase di condensazione, l'olio si separa per decantazione. L'acqua utilizzata nel prcesso di distillazione s'impregna della fragranza delle piante così ottennendo le cosidette acque aromatiche come l'acqua di rosa o l'acqua di fior d'arancio.equilibrio. 

Perché gli oli essenziali naturali di qualità costano molto? La qualità di un olio essenziale dipende da numerosi fattori che condizionano la pianta (terriccio, clima, altitudine e, sopratutto, il periodo di raccolta). La quantità di oli essenziali ceduta dalla pianta dipende dal numero di cellule oleifere in essa contenuti. Gli oli essenziali sono senz'altro sostanze molto preziose:

spesso le pianto sono raccolte a mano ed essiccate al sole prima di essere distillate. 

La resa è in gran parte determinata dal numero e dalla capacità di secrezione delle cellule oleifere presenti nella pianta. Ad esempio, per ottenere 300 gr di olio essenziale puro di rosa, occorre distillare una tonnellata di petali. 

le essenze aromatiche 

Perché le piante fabbricano le essenze? Dette “ormone o sangue vitale delle pianti", le essenze sono sostanze molto attive. La loro struttura chimica è particolarmente ricca e complessa. Alcuni oli sono costituiti da centinai di elementi e questo spiega perché un singolo olio essenziale naturale può avere diverse proprietà. Nelle piante, gli oli essenziali hanno molte funzioni. Sono indispensabili alla sopravvivenza delle piante che la fabbricano perché li proteggono da malattie e repellono i predatori, ne influenzano la crescita e i ritmi produttivi, attraggono insetti pollinanti per la riproduzione. 

Perché e come agiscono su di noi? Gli oli essenziali agiscono sul corpo attraverso la penetrazione nella pelle ed agiscono sul cervello attraverso l'olfatto. Le modesta dimensione delle loro molecole consente alle essenze di penetrare facilmente attraverso le difese superficiali della pelle e di sviluppare la loro azione benefica a livello cellulare. Sono utilizzati in cosmetica perché sostengono nei tessuti umani le stesse attività che svolgono nella pianta di origine: aiutando le funzioni cutanee a correggere alcune loro anomalie nel pieno rispetto del delicato equilibrio biologico. Gli oli essenziali, quindi, non "combattono" direttamente gli inestetismi ma portano l'organismo a diventare un terreno ostile all'inestetismo: stimolano le difese naturali della pelle ed aiutano le funzioni cutanee ad “autoregolarsi" ed a ritrovare un naturale equilibrio. 

le essenze aromatiche 

Perché un olio naturale è molto migliore di un olio di sintesi? Alla differenza di ingredienti attivi di origine chimica, gli oli essenziali sono facilmente tollerati dall'organismo umano grazie alla loro particolare composizione chimica. Gli oli essenziali rappresentano il potere attivo della pianta in forma pura e concentrata. Rispetto alla composizione chimica di un olio sintetico, quella di oli puri e naturali è molto più ricca e complessa. Numerosi oligoelementi conferiscono ad ogni olio la sua qualità essenziale e il suo effetto terapeutico unico. Per questo motivo, un olio naturale racchiude sempre in se diverse proprietà, alcune dominanti, altre secondarie (i.e. la camomilla è soprattutto calmante e lenitiva poi anche purificante). 

Cos'è una sinergia? Una sinergia è una sofisticata associazione di diversi oli essenziali che, insieme, contribuiscono a produrre effetti caratterizzati, intensi, molto mirati. 

Una sinergia moltiplica il potenziale attivo dei singoli componenti.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder